Abbiamo visto l’alba, perso la calma, fatto di uno sbaglio un dramma, dell’amore un arma. La puntavi su di me, piangevi. Ero la cosa più bella che avevi, quando mi guardi cosa vedi?

•Le solite canzoni (via volevostareconte)

È vero. Alcune volte ci illudiamo troppo, ci montiamo la testa, ci facciamo dei viaggi che neanche i più grandi registi del mondo potrebbero immaginare per il loro prossimo film.
Ma in certi casi esageriamo con la negatività.
“Dovremmo rassegnarci all’idea che se una persona non ci cerca significa che riesce a vivere bene senza di noi.”
Ma perché? Si, è vero, potrebbe anche essere così in certi casi.
Ma pensate a noi. Noi riusciamo a vivere bene anche senza di lui? No. Eppure non lo cerchiamo perché abbiamo paura di disturbare, abbiamo paura che la mancanza non sia reciproca, abbiamo paura che ci risponda con un “ti ho dimenticata ormai”.
Perché dobbiamo per forza pensare che non ci ami nessuno? Perché dobbiamo sempre pensare in negativo?
“Quando giro per strada le persone guardando i penseranno “che cessa, mioddio”, e si volteranno dall’altra parte.”
Ma cosa ne sapete voi? Leggete nella mente delle persone? No, quindi smettetela di sottovalutarvi.
Chissà in quanti pensano “che bella ragazza”. Ovvio che non ve lo vengono a dire. Quando i marocchini vi gridano “ue, bela bela” cosa fate? Scappate. Forse è per questo che le persone che non vi fanno notare la vostra bellezza. Hanno paura di passare come pedofili, che ci provano con le ragazzine.
Questo è per dirvi che delle volte le persone vi apprezzano veramente per quello che siete, ma hanno paura di dirvelo, per i nostri stessi motivi.
Hanno paura di essere giudicati, di non essere capiti, di non essere corrisposti.
E se non siete sicuri di non mancare ad una persona, diteglielo per sicurezza. Magari è la’ ad aspettare solo un vostro messaggio.
La vita è una.
Meglio cadere e rialzarsi, anzi che vivere di rimorsi.

(via hovogliadelletuelabbra)